Bollettino telematico di filosofia politica
Il labirinto della cattedrale di Chartres
bfp
Articoli | Riviste | Recensioni | Bibliografie | Lezioni | Notizie | Collegamenti
Home > Riviste
Ultimo aggiornamento 6 ottobre 2001
The Federalist
The Federalist


La rivista non è presente sul web. Le schede offerte dal BFP sono di David Tei.

Ecco le schedature del BFP

XLI (1999), 1

Luisa Trumellini, Riflessioni sul totalitarismo, pp. 34-53.

Lo studio propone una lettura complementare di Hannah Arendt e Norbert Elias, lasciando alla prima il compito di definire il fenomeno totalitario ed al secondo la necessità di inquadrarlo nel contesto storico in cui è nato. La Arendt, sostiene l'autrice, ha il grande merito di avere proposta la distinzione tra semplice dittatura e dominio totalitario ma non riesce a cogliere il nesso tra avvento del totalitarismo e crisi del sistema europeo degli Stati, sopravvalutando il ruolo dell'ideologia e dell'imperialismo e preoccupandosi più di cogliere i punti in comune tra nazismo e stalinismo piuttosto che le loro diversità. L'analisi di Elias, d'altra parte, è carente per quanto riguarda la definizione dell'originalità del fenomeno totalitario rispetto ad altri tipi di governo, ma è molto acuta nell'individuazione storica delle radici sociali ed economiche che hanno reso possibile il germogliare di questo fenomeno. Elias riteneva che l'industrializzazione, il rafforzamento del monopolio statale della violenza e il coinvolgimento di strati della popolazione sempre maggiori nella vita pubblica potessero generare forme totalitarie.
Luisa Trumellini fa in gran parte sua questa analisi avvertendo che, dato un mondo sempre più interdipendente in cui la tecnologia e lo sviluppo continuano ad accrescere gli strumenti della potenza, per evitare che da momenti di crisi possano di nuovo sorgere tentazioni totalitarie occorre mantenere un controllo razionale più severo degli uomini sulla tecnologia e allargare l'orbita della democrazia, ad esempio rafforzando il ruolo delle istituzioni europee. Il totalitarismo non è, sostiene l'autrice, una parentesi dolorosa ma conclusa della nostra storia, è piuttosto uno spettro con cui la modernità deve saper confrontarsi: come sosteneva la Arendt, "una volta che una forma di governo si è affermata, essa può sempre tornare". (D.T.)



Come collaborare | Ricerche locali
Il Bollettino telematico di filosofia politica è ospitato presso il Dipartimento di Scienze della politica della Facoltà di Scienze politiche dell'università di Pisa, e in mirror presso www.philosophica.org/bfp/

A cura di:
Brunella Casalini
Emanuela Ceva
Dino Costantini
Nico De Federicis
Corrado Del Bo'
Francesca Di Donato
Angelo Marocco
Maria Chiara Pievatolo

Progetto web
di Maria Chiara Pievatolo


Periodico elettronico
codice ISSN 1591-4305
Inizio pubblicazione on line:
2000

Il settore "Riviste" curato da Brunella Casalini, Emanuela Ceva, Corrado Del Bo' e Francesca Di Donato.
Chi volesse segnalare riviste non incluse nell'elenco o siti web di riviste già segnalate può scrivere a Corrado Del Bo'.