Bollettino telematico di filosofia politica
Il labirinto della cattedrale di Chartres
bfp
Articoli | Riviste | Recensioni | Bibliografie | Lezioni | Notizie | Collegamenti
Home > Riviste
Ultimo aggiornamento 5 gennaio 2003

Intus-Legere. Anuario de Filosofía, Historia y Letras


La rivista non è presente sul web. Le schede offerte dal BFP sono di Angelo Marocco.

Ecco le schedature del BFP

4 (2001)

J.L. Widow Lira, La voluntas ut natura. El principio de la libertad según el pensamiento de Tomás de Aquino, pp. 53-74.

L'autore si propone di chiarire la nozione di voluntas ut natura nel pensiero di san Tommaso. Secondo la prospettiva di Tommaso, la volontà nel suo riferirsi ai beni particolari può volere o meno un determinato bene. In effetti, nella volontà è in atto una certa natura il cui oggetto coincide con il bene universale, ma allo stesso tempo essa si presenta come facoltà spirituale che può riflettere su se stessa. Ne consegue che il fondamento del libero arbitrio risiede nella propria volontà. (A.M.)

V. Benavides, Reflexiones en torno a la teoría cartesiana de la voluntad, pp. 75-89.

Juan Carlos Ossandón Valdés, La responsabilidad intelectual, pp. 109-119.

In un mondo dominato dal liberalismo sembra che ogni uomo abbia diritto di pensare come meglio crede. Non c'è responsabilità morale per il proprio pensiero; potrebbe esserci solo se le espressioni di qualcuno finiscono per danneggiare il prossimo. In altre parole, la verità non è obbligatoria e ognuno ha il diritto alla propria verità. Esiste però un peccato di ignoranza come quello di errore: c'è quello che si può chiamare "peccato intellettuale". Per questo motivo, è vano rifugiarsi nell'ignoranza o nel silenzio della coscienza. (A.M.)

Juan Carlos Aguilera Pérez - Alfredo Rodríguez Sedano, Una propuesta de reforma moral del Estado, pp. 261-275.

Se agli inizi del secolo la divisione del lavoro sembrava essere l'elemento chiave per la comprensione della differenza sociale, oggi sono invece altri fattori – ad esempio, quelli culturali e formativi – gli elementi chiave per intendere tale divisione. La conseguenza è la corruzione morale a livello individuale e sociale. Questo impone di rifondare il modello etico per mezzo dell'azione politica. (A.M.)

A. Merino Medina, Modernidad y utopía, pp. 277-289.

Per Merino Medina, le origini della modernità sono utopiche. Infatti, essa è facilmente riconducibile a una concezione filosofica della storia, secondo la quale esiste la possibilità di avviare l'uomo verso un regno “divino” sulla terra. In questo però, avverte l'autore, non si fa altro che secolarizzare l'escatón cristiano. (A.M.)

A. Pezoa Bissières, El hombre real en el mundo virtual, pp. 291-297.

Il presente articolo si propone di riflettere sull'impatto che il cosiddetto “mondo virtuale” prodotto dalle nuove tecnologie può concretamente avere sulla vita delle persone, delle famiglie e della società. Il tema viene affrontato dall'autore a partire dalla filosofia dell'uomo e da prospettive di natura sociologica. (A.M.)

Rafael Mies, Drucker y Kierkegaard: una filosofía de la praxis humana, pp. 299-305.



Come collaborare | Ricerche locali
Il Bollettino telematico di filosofia politica è ospitato presso il Dipartimento di Scienze della politica della Facoltà di Scienze politiche dell'università di Pisa, e in mirror presso www.philosophica.org/bfp/

A cura di:
Brunella Casalini
Emanuela Ceva
Dino Costantini
Nico De Federicis
Corrado Del Bo'
Francesca Di Donato
Angelo Marocco
Maria Chiara Pievatolo

Progetto web
di Maria Chiara Pievatolo


Periodico elettronico
codice ISSN 1591-4305
Inizio pubblicazione on line:
2000

Il settore "Riviste" curato da Brunella Casalini, Emanuela Ceva, Corrado Del Bo' e Francesca Di Donato.
Chi volesse segnalare riviste non incluse nell'elenco o siti web di riviste già segnalate può scrivere a Corrado Del Bo'.