Bollettino telematico di filosofia politica
Il labirinto della cattedrale di Chartres
bfp
Articoli | Riviste | Recensioni | Bibliografie | Lezioni | Notizie | Collegamenti
Home > Riviste
Ultimo aggiornamento 29 novembre 2002
Rivista italiana di Scienza Politica

Rivista Italiana di Scienza Politica


La rivista è presente sul web con una pagina informativa e un servizio di abstracts e anticipazioni. Il Gruppo ESSPER mette, invece, a disposizione degli spogli. Le schede offerte dal BFP sono di Annamaria Petri.

Ecco le schedature del BFP

27 (1997), 3

G. Sartori, Pluralismo, multiculturalismo e estranei, pp.477-493

In seno al dibattito multiculturale, l'ideale che ispira Sartori è quello di una società pluralistica, diversificata, aperta, estremamente mobile (in quanto costituita da associazioni volontarie non esclusive), che riconosce il valore della differenza, della varietà, della tolleranza e in cui i diversi si confrontano in condizioni di reciprocità. Da queste premesse nasce la critica verso un certo tipo di multiculturalismo, ritenuto antipluralistico perché aggressivo e intollerante, per nulla interessato alla pace interculturale ma anzi tendente alla secessione e alla tribalizzazione della cultura: esso offre l'immagine di una società frammentata e conflittuale, formata da associazioni non volontarie e chiuse (come le divisioni a base etnica, religiosa, culturale), le quali operano secondo una logica esclusivista ed estranea alla dialettica del confronto e della reciprocità. (A.P.)

M.Gianni, Cittadinanza differenziata e integrazione multiculturale, pp 495-518

Nell'ambito delle società multiculturali, la concezione liberale della cittadinanza non è più in grado di funzionare come principio organizzatore dell'identità politica, né di garantire una effettiva integrazione: la cittadinanza liberale, in virtù del suo universalismo egualitarista, si mostra, infatti, cieca alle differenze e alle identità culturali, specie minoritarie, che oggi, invece, richiedono a gran voce di essere pubblicamente riconosciute in virtù delle proprie differenze e non a dispetto delle stesse. Gianni opta, seguendo il modello tayloriano, per una “cittadinanza differenziata”, più sensibile alla rivendicazioni identitarie, la quale conferisca visibilità politica alle minoranze culturali e risponda alla richiesta di riconoscimento attraverso la produzione politica del “rispetto” e la garanzia di diritti collettivi attribuiti in funzione dell'appartenenza culturale. (A.P.)



Come collaborare | Ricerche locali
Il Bollettino telematico di filosofia politica è ospitato presso il Dipartimento di Scienze della politica della Facoltà di Scienze politiche dell'università di Pisa, e in mirror presso www.philosophica.org/bfp/

A cura di:
Brunella Casalini
Emanuela Ceva
Dino Costantini
Nico De Federicis
Corrado Del Bo'
Francesca Di Donato
Angelo Marocco
Maria Chiara Pievatolo

Progetto web
di Maria Chiara Pievatolo


Periodico elettronico
codice ISSN 1591-4305
Inizio pubblicazione on line:
2000

Il settore "Riviste" curato da Brunella Casalini, Emanuela Ceva, Corrado Del Bo' e Francesca Di Donato.
Chi volesse segnalare riviste non incluse nell'elenco o siti web di riviste già segnalate può scrivere a Corrado Del Bo'.